Il consigliere federale Ignazio Cassis, in viaggio in Sudamerica fino a sabato per la prima volta in qualità di ministro degli esteri, ha tenuto oggi un discorso a Santiago del Cile per gli 80 anni di esistenza del Colegio Suizo.

"Le relazioni tra la Svizzera e il Cile sono molto strette e amichevoli", ha detto Cassis citato in un comunicato del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE). I due Paesi hanno molto in comune, tra l'altro le montagne, una democrazia stabile e un'economia di successo, ha detto il responsabile del DFAE.

"Lavoriamo in stretto contatto che si tratti di astronomia, formazione o di questioni ambientali", ha proseguito Cassis. La Svizzera svolge, in qualità di decimo più grande investitore, un importante ruolo economico in Cile. 2000 aziende hanno creato oltre 30'000 posti di lavoro.

Con 5500 svizzeri registrati, la comunità elvetica è la terza più grande del Sudamerica. L'emigrazione svizzera in Cile ha plasmato le relazioni bilaterali. Oggi si contano ancora 17 associazioni elvetiche una camera del commercio di successo e il Colegio Suizo di Santiago.

Secondo Cassis, questa è l'unica scuola ufficiale svizzera in Cile e la più antica del continente americano. È stata fondata 80 anni fa come scuola neutrale e di lingua tedesca sul terreno del Club svizzero di Santiago. L'inaugurazione della nuova sala polivalente segna una nuova tappa, ha sottolineato Cassis.

Parole chiave

Horizontal line TVS

Horizontale Linie


subscription form

Inscrivez-vous à notre newsletter gratuite et recevez nos meilleurs articles dans votre boîte mail.

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.







Neuer Inhalt

Facebook Like-Box