Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

Brexit May trama un quarto voto sull'accordo

In primo piano, uomo avvolto in una bandiera britannica guarda sconsolato; dietro, sfocata, folla di manifestanti

Venerdì, nel giorno in cui era prevista l'uscita del Regno Unito dall'UE, sono scesi in piazza a Londra i manifestanti pro-Brexit. Il sabato precedente avevano manifestato gli anti-Brexit.

(Copyright 2019 The Associated Press. All Rights Reserved)

Benché venerdì la Camera dei Comuni lo abbia rigettato per la terza volta, la premier britannica Theresa May pare intenzionata a riproporre al Parlamento l'accordo raggiunto con Bruxelles per l'uscita del Regno Unito dall'Unione Europea. Prima, però, la Camera dovrà esprimere una serie di voti indicativi su possibili "piani B" per uscire dallo stallo.

Lo indicano fonti di Downing Street citate dai media: May non si è ancora rassegnata, non crede che l'intesa sia morta del tutto, come invece le chiede di riconoscere l'opposizione. Continuerà a cercare consensi alla Camera.

Del resto, la riduzione dello scarto nella sconfitta (203 voti in prima lettura a gennaio, 58 nella terza) fa dire alle fonti che "si sta andando nella giusta direzione", benché con il voto negativo di venerdì sia decaduta l'offerta dell'UE di proroga del termine di uscita al 22 maggio, e resti soltanto il mini-rinvio al 12 aprile.

Venerdì, a mancare alla premier, sono stati i voti di 25 (suoi) deputati conservatori e quelli della delegazione degli unionisti nord-irlandesi.

In ballottaggio con la "soft"? 

L'idea del governo sarebbe di riproporre l'accordo May in ballottaggio con un piano alternativo di iniziativa parlamentare, che dovesse trovare sufficienti consensi nella nuova sessione di 'voti indicatici' della Camera lunedì.

Tra i "piani B" presentati mercoledì scorso, quelli che sono andati più vicini a formare una maggioranza sono la Brexit "soft" con permanenza di Londra nell'unione doganale e un referendum confermativo.

(1)

Servizio del TG sulla (presunta) intenzione di Theresa May di portare a un quarto voto in parlamento il suo accordo sull Brexit

Sabato mattina, intanto, un manifestante pro-Brexit ha interrotto il traffico ferroviario dei treni Eurostar alla stazione di Londra St.Pancras, posizionandosi prima sui binari, poi sul tetto dell'edificio. La polizia ha arrestato il 44enne. 

Eurostar ha cancellato 11 treni per Bruxelles, Parigi e altre destinazioni. Il traffico è stato perturbato fino al pomeriggio.

tvsvizzera.it/ATS/ri con RSI (TG del 30.03.2019)

Horizontal line TVS

Horizontale Linie


subscription form

Inscrivez-vous à notre newsletter gratuite et recevez nos meilleurs articles dans votre boîte mail.

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.







Neuer Inhalt

Facebook Like-Box